Home - Comune di Palermo

Comune di Palermo: Presentato oggi pomeriggio il bilancio di previsione 2020-2022

Il sindaco Leoluca Orlando ha illustrato questo pomeriggio, nel corso di una videoconferenza, il bilancio di previsione 2020-2022, riformulato per rispondere alla visione politica dell’amministrazione. Razionalizzazione delle spese e garanzia dei servizi, con tre capisaldi a fondamento del documento finanziario: attenzione alla gestione pubblica dei servizi; attenzione al personale;  spesa sociale di competenza degli assessorati alla Cittadinanza solidale ed alla Scuola.



La delibera di Giunta, pubblicata sul sito istituzionale, è la n.310 del 2/12/2020.
“Predisporre il bilancio di un Comune – dichiara il sindaco – è oggi un’operazione quanto mai difficile, costretti come siamo fra obblighi di accantonamento e norme che ingessano la spesa. Mentre la cosiddetta “cattiva” Europa ha sospeso il patto di stabilità per permettere agli Stati di far fronte all’emergenza Covid, lo Stato italiano continua ad applicarlo ai Comuni, che in molti casi sono di fatto nell’impossibilità di chiudere i propri conti, assurdamente non potendo utilizzare risorse già nella loro disponibilità per un limite europei che l’Europa ha sospeso. Nonostante questo, la Giunta, ma ovviamente l’ultima parola spetterà al Consiglio Comunale, ha fatto un’operazione certosina di verifica di tutte le spese, andando ad incidere lì dove possibile e tenendo alta la priorità sulla spesa per il sociale e la scuola, per il personale e per investimenti e servizi ai cittadini resi dalle Partecipate, che consideriamo essenziali per la nostra comunità. Alle partecipate è stato chiesto di rivedere le proprie spese, anche alla luce delle mutate e ridotte competenze in alcuni settori, come nel caso della RAP che non si occuperà più di monitoraggio della qualità dell’aria né di manutenzione stradale ordinaria. Ovviamente nel corso del 2021 potremo valutare aggiustamenti, tenendo presente comunque che per questa amministrazione restano prioritari i servizi cittadini garantiti dal pubblico e gli investimenti per rafforzare la macchina comunale, come confermato dalle somme appostate per l’aumento delle ore per i dipendenti e per portare a termine il concorso per i dirigenti tecnici”.  
Questi “in pillole”, i caratteri specifici del bilancio, che ora passa all’esame del Consiglio comunale;
Accatonamenti: S
ono stati previsti tutti gli accantonamenti previsti dalla legge, dal fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), al fondo rischi spese legali, al fondo passività potenziali ed all’aumento del CCNL dei dipendenti comunali (dirigenti). In particolare, alla missione 20 del bilancio, destinata alla iscrizione di tutti i fondi di accantonamento, nell’annualità 2020 è previsto l’accantonamento per circa 183 milioni di euro, nel 2021 per euro per 130 milioni e nel 2022 per euro 129 milioni. E’ stata, in particolare, data copertura finanziaria alla rata quinquennale prevista dall’art.39 quater del DL n.162/2019 relativamente al deficit risultato dal rendiconto di gestione 2019 relativamente al FCDE, ed il nuovo collegio dei Revisori, rispetto a tale accantonamento quindicennale, hanno già espresso parere favorevole.
Il sistema di accantonamenti imposti agli enti locali ha assunto una invasività non più sostenibile, di qui le numerose iniziative di ANCI nazionale volte all’inserimento nell’ordinamento, attraverso la legge di bilancio dello Stato per il 2021, ovvero in sede di conversione di uno dei decreti “ristori”, di numerose misure legislative volte a mitigarne gli effetti nefasti.
Associazioni sportive: Previsto, con prelievo dal fondo di riserva, il finanziamento dell’intervento partecipativo a favore delle associazioni sportive che militano in campionati di eccellenza.



Tram: cofinanziamento del completamento del sistema tranviario, attraverso il seguente schema contabile: la quota di cofinanziamento a carico del Comune è pari ad € 43.447.573, che, al netto dell’economia registratasi dalla realizzazione della prima fase del TRAM, pari ad € 5.661.529 ed accantonata nell’avanzo di amministrazione, nonché dell’avanzo vincolato e destinato ad investimenti disponibile, pari ad € 16.136.126,19, richiede la necessità della assunzione di un mutuo per € 21.649.927,81, che sarà lo sarà nel 2021 e la relativa rata di ammortamento, di poco superiore a 1 milione di euro l’anno per un ventennio, inciderà sul bilancio a decorrere dal 2022.



Manutenzione straordinaria patrimonio comunale e scuole: L’Amministrazione comunale ha assunto la decisione di stanziare nel 2021, con il bilancio 2021/2023, 4 milioni di euro dell’avanzo vincolato e destinato ad investimenti alla copertura dell’accordo quadro relativo alla manutenzione straordinaria del patrimonio comunale e delle scuole. Tale importo potrà essere stanziato con il bilancio 2021/2023 per via degli assurdi limiti imposti dalla Legge n.145/2018 (legge di bilancio dello Stato per il 2019) all’applicazione dell’avanzo di amministrazione.



Emergenza percolato Bellolampo: Stanziamento di 7,5 milioni di euro destinati con l’art.11, comma 7, della L.R. n.9/2020 all’emergenza del percolato di Bellolampo.



Incremento orario a 30 ore per i part-time: Avvio di una vasta politica di valorizzazione del personale comunale, con il finanziamento, in questa prima fase, dell’incremento orario di tutti i dipendenti part time a 30 ore, per un costo totale di 3,9 milioni di euro circa, cui seguiranno altre iniziative a favore del personale attraverso le ulteriori risorse finanziarie in corso di individuazione.



Società partecipate: Complessiva operazione di efficientamento dei corrispettivi riconosciuti dalla società partecipate, che in molti casi, da dati desumibili dai bilanci 2019 approvati e delle trimestrali prodotte, hanno appropriati margini di utili di gestione. La portata dell’efficientamento che sarà chiesto alle partecipate potrebbe ridursi di almeno 5 milioni di euro ove la Corte dei Conti dovesse esprimere parere favorevole ad un parere che è stato posto relativamente all’effettiva portata applicativa dell’art.21 del D. Lgs. n.175/2016, che disciplina l’obbligo di accantonamento per le perdite registrate da una propria partecipata.



A Sispi l’affidamento del sistema telefonico: L’Amministrazione attiva intende affidare a SISPI il complessivo sistema di fonia (mobile e fissa), che odiernamente pesa sul bilancio comunale per circa 1,5 milioni di euro e che si proporrà di affidare a SISPI con un risparmio di 1 milione di euro circa. L’investimento per l’infrastruttura necessaria è previsto sia a carico totale di SISPI.



Teatri: Sostegno al sistema dei teatri, con lo stanziamento di circa 2,4 milioni di euro con risorse proprie ed ulteriore 1 milione dal fondo di riserva.



 




Lascia un commento

*

I nostri Blog