Home - Premio giornalistico

Premio giornalistico "Cristiana Matano": presentata la quinta edizione di "Lampedus'amore"

Gustav Hofer (Arte Journal TV) per la stampa estera, Alice Martinelli (Italia1, Le Iene) e Giovanni Verga (L’Eco di Bergamo) per la stampa italiana, e Daniele Puggioni (La Nuova Sardegna), giornalista emergente, sono i vincitori della quinta edizione del Premio giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, dedicato alla giornalista prematuramente scomparsa l’8 luglio 2015.



Graziano Piazza con un monologo liberamente ispirato a un testo di Robert Schneider; Chiara Civello; Lello Analfino dei Tinturia; I Soldi Spicci; Gianfranco Jannuzzo; Tony Colapinto: sono alcuni degli ospiti di “Lampedus’amore”, di cui questa mattina, a Palermo, è stata presentata la quinta edizione promossa dall’associazione OcchiBlu Onlus, in programma a Lampedusa, in piazza Castello, dal 25 al 27 settembre.
L’emergenza Covid-19 non ha fatto perdere smalto alla ormai tradizionale manifestazione, che durante l’ultima sera premierà i giornalisti vincitori del Premio con i loro lavori sul tema dell’edizione 2020: “Lampedusa, Mediterraneo di pace: occhio del mondo sulla coesistenza fra i popoli”.



Presenti alla conferenza stampa, oltre al presidente dell’associazione OcchiBlu Onlus, Filippo Mulè, che ha illustrato i contenuti della tre giorni, e alla giornalista Elvira Terranova, che ha moderato gli interventi, anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, Giulio Francese, il segretario di Assostampa Palermo, Giuseppe Rizzuto, il vicedirettore responsabile del Giornale di Sicilia, Marco Romano, e il presidente della giuria del Premio, Riccardo Arena.
«Sono serviti tanto coraggio e tanto impegno per continuare il nostro percorso e per assicurare la consueta qualità all’evento, seppur in tempo di crisi e con risorse sempre più limitate», ha sottolineato Mulè. «Ma ora più che mai – ha aggiunto – vanno coltivati i valori della solidarietà, della coesione sociale, del dialogo e della cultura».




Lascia un commento

*

I nostri Blog